GiochiAMO con Dibattito

Giocare con Dibattito della Ludic

Dibattito della Ludic è un gioco che può essere utilizzato per stimolare la dialettica e il pensiero critico, si è invitati a sostenere opinioni insolite, anche contro le proprie convinzioni.

SCHEDA DEL GIOCODIBATTITO – Vince chi convince – LUDIC
Scopo del gioco Convincere gli altri giocatori con le proprie argomentazione ed ottenere la votazione più alta
Numero giocatori Da 3 a 8 giocatori ma si può giocare da soli, per allenare le competenze dialettiche o in 2
Età10-99
Durata20 minuti
Contenuto 42 cartine tesi-antitesi, 1 scheda struttura del discorso, 2 lavagnette, 2 pennarelli cancellabili, regolamento
Avvio della partita Disporre le cartine coperte in più mazzi sul tavolo, mettere al centro la scheda struttura del discorso. La sfida procede tra due giocatori: uno sosterrà la tesi e l’altro l’antitesi della carta scelta. Il round dura 1 minuto, al termine del quale gli altri giocatori voteranno l’argomentazione ritenuta migliore assegnando un punteggio da 1 a 5. Il vincitore sfiderà un altro giocatore.
Funzioni e abilità coinvolte Il dibattito o debate è una strategia didattica molto interessante, promuove la dialettica, la capacità di argomentazione e il pensiero critico. Può essere utilizzato in modo competitivo o formativo.
Per sviluppare la capacità critica e per evitare la banalizzazione durante il gioco è importante l’intervento dell’adulto e la discussione post gioco.
Varianti In genere lo utilizzo con un bambino solo, estraendo a caso le tessere o scegliendole (a seconda del bambino coinvolto) e chiedendo di convincermi della tesi riportata. Si può far scegliere al giocatore le tesi con cui è d’accordo chiedendogli di dimostrare l’opposto. Questo gioco, molto più semplice del debate vero e proprio, può essere utilizzato a scuola per introdurre la metodologia del debate.
Dal punto di vista educativo Utilizzo questo gioco per aiutare i bambini ad abituarsi ad esprimere opinioni e a valutare anche opinioni diverse dalle proprie. Scelgo le tessere in base ai bambini; spesso chi non gradisce esprimere la propria opinione personale si diverte a difendere tesi assurde.
Suggerimenti Per un’analisi dettagliata e completa delle potenzialità del Debate e per trovare proposte da introdurre in classe si può consultare il testo “Il Debate Una metodologia per potenziare le competenze chiave” di L. Cinganotto, E. Mosa e S. Panzavolta edito da Carocci
A noi piaceScegliere le tesi più assurde
Link Regolamento Https://www.ludicfamily.com/it/schede/ludic/IT27521/
Il debate fa parte delle idee del Movimento Avanguardie educative

GiochiAMO con Bicchieri Sprint

Adoro giocare con le mie creature all’ombra del ciliegio.

Bicchieri sprint è un gioco divertente si può adattare la modalità di gioco anche ai bambini più piccoli

Scheda del giocoBICCHIERI SPRINT
Scopo del giocoImpilare o allineare i bicchierini come rappresentato nella carta compito. Vince chi colleziona più carte.
Numero giocatoriDa 2 a 4 giocatori
Età6+ ma giocabile anche con bimbi più piccoli
Durata della manche15 minuti
Contenuto24 carte compito, 20 bicchieri, 1 campanello, istruzioni
Avvio della partitaPreparare il mazzo coperto sul tavolo, il campanello al centro e un set di 5 bicchieri per ogni giocatore. I giocatori agiscono in contemporanea il primo che risolve il compito suona il campanello, vince la carta se la sequenza è corretta.
Funzioni e abilità coinvolteLa sfida è di velocità, stimola l’attenzione focalizzata, sostenuta e l’inibizione della risposta impulsiva.
VariantiNon tutti i bambini amano le sfide. I giochi competitivi possono essere trasformati in giochi collaborativi o di potenziamento, variando alcune meccaniche. In questo gioco si può eliminare il campanello ed utilizzarlo per rafforzare competenze e autostima.
Dal punto di vista educativoL’adulto assumerà il ruolo di guida e darà feedback positivi; avrà cura di valorizzare l’eventuale correzione spontanea dell’errore. È importante eliminare i fattori che possono creare ansia e togliere il piacere del gioco. In presenza di bambini con difficoltà ad accettare i propri errori è utile utilizzare giochi di questo tipo per sottolineare le loro capacità; il gioco andrà scelto in modo accurato, in genere questo gioco è gradito anche ai più piccoli.
SuggerimentiCon i più piccoli si possono separare le carte compito in verticale e in orizzontale, in modo da semplificare il gioco. Far allenare separatamente i bambini più piccoli.
A noi piaceGiocare insieme anche senza il campanello,
rilevare gli errori tipici (lateralità) e trovare soluzioni
link https://youtu.be/L6GkER_OO6I

Il parere del giocatore:

“Bicchieri Sprint mi piace perchè i materiali sono carini e il gioco è veloce e divertente”

IlnontantoGG

WP Mobile Menu Meta options

GiochiAMO: i giochi che amo di più

Sempre più educatori, pedagogisti e psicologi stanno dando ampio spazio alla didattica ludica e al gioco come strumento educativo. Anche le figure di Game Trainer® e di educatore ludico si stanno affermando. Io stessa ho seguito un corso per diventare Game Trainer®. Ho deciso, quindi, di parlare dei giochi che amo di più, di quelli che mi divertono e di quelli che uso con le mie creature.

Giocare ai tempi del COVID

Possiamo giocare con i conviventi, sempre che non siano troppo competitivi e diventi fonte di conflitto. Plastificare le carte, usare il disinfettante prima e dopo la partita… Per fortuna possiamo giocare a tanti giochi in videoconferenza o utilizzare le versioni online del nostro gioco preferito. Personalmente preferisco i giochi da tavolo giocati in presenza, ma anche in videoconferenza è divertente-meglio-che-niente. L’alternativa è trasformare i giochi in solitari allenamenti personali in attesa di poterci ritrovare per sfide all’ultimo secondo.

Attraverso i giochi si possono allenare funzioni esecutive e abilità, ma anche giocare in famiglia o con gli amici, senza nessuna implicazione educativa, è importante per il benessere personale: divertimento e risate sono impagabili. Ricordo anche che attraverso il gioco doniamo vicinanza e la cosa più preziosa che possediamo: il nostro tempo; tempo che non sarà dimenticato dai nostri cari. Non serve impegnarsi in ore di campagna di D&D, vanno benissimo i giochi da 10 minuti, anche da 3. Sono minuti ben spesi.

Ho dei consulenti speciali che mi danno i loro pareri sui giochi: una è Quellacheleggetanto, che si presenta così: “Ho 11 anni; sono alta, molto alta; mi piace giocare ai giochi da tavolo con cugini e amici, oltre a leggere, dormire, disegnare, scrivere, usare il computer” Quello che non dice, ma sono certa che sia così, è che le piace tanto anche la sua zi(on)a.

Le parole matematiche

Fai scorrere la finestra, scegli un gioco e ripassa le parole matematiche! Consiglio Hangman o Anagrams, Word Search è molto difficile!

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

FLASH CARDS – I numeri in inglese

I NUMERI IN INGLESE

Il software propone le carte alternativamente come allenamento e come quiz

Nella fase di allenamento il numero è pronunciato in italiano, cliccando sulla barra spaziatrice viene proposto il numero in inglese.

Nella fase di quiz dobbiamo inserire il numero corrispondente a quanto pronunciato in inglese. per giocare cliccare qui: Tinycards

 

 

Pari e dispari

ORGANIZZA PARI E DISPARI TRASCINANDO I NUMERI NEL GRUPPO CORRETTO.

PER LEGGERE BENE I NUMERI PUOI INGRANDIRE IL GIOCO  CLICCANDO IN BASSO A DESTRA SU

 

 

 

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"