(NON) MI PIACE … LA MATEMATICA

La matematica è un problema? Far eseguire i compiti delle vacanze è uno strazio? Vorresti far recuperare il rapporto tra tuo figlio/a e la matematica, ma non trovi il tempo?

Il tempo è prezioso, soprattutto quello delle vacanze, sfruttiamo i compiti per rilevare le difficoltà e progettare un percorso di recupero.

Il laboratorio matematico per primarie e secondarie di primo grado, può essere effettuato in piccolo gruppo (max 3 ragazzi della stessa età), singolarmente in presenza o online.

Per una personalizzazione più efficace il rapporto uno-a-uno in presenza è preferibile.

Chi non è cliente può chiedere informazioni scrivendo a info@apprendiamo.com o compilando la dichiarazione di interesse https://forms.gle/9dNWnjwyKBFbM36W7

I laboratori saranno attivati dal mese di Luglio 2022, le persone saranno ricontattate per la prenotazione.

Cosa faremo

  • Colloquio iniziale con somministrazione questionario metacognitivo
  • Osservazione svolgimento compiti
  • Stesura progetto educativo con definizione di obiettivi e strumenti
  • Pianificazione compiti
  • Applicazione strategie attraverso lo svolgimento dei compiti
  • Verifica settimanale
  • Verifica finale tramite re-test

L’osservazione effettuata durante lo svolgimento dei compiti consente di rilevare le difficoltà man mano che si presentano.   Al fine di classificare gli errori e di individuare le strategie più opportune può essere utilizzata la seguente tabella:

Tipo di erroreManifestazioneSuggerimenti/esempi
Errore nel recupero di fatti aritmeticiNon riesce a recuperare le nozioni che dovrebbero essere super-apprese e quindi automatizzate Proporre giochi con manipolazione di quantità, subitizing Rinforzo degli amici del dieci Linea dei numeri
Errore nel mantenimento e nel recupero delle procedureNon riesce a recuperare e a mantenere in memoria le procedure necessarie a risolvere l’esercizioProporre la costruzione di schemi procedurali a cui ricorrere per sostenere la memoria
Errore nell’applicazione di procedureLa procedura viene eseguita in modo scorrettoVerificare la presenza di misconoscenze, correggerle, proporre l’analisi dell’errore e la revisione degli esercizi
Errori visuo-spazialiNon riesce ad incolonnare in modo corretto, inizia l’operazione dalla parte sbagliata ecc.Rinforzare le procedure corrette, proporre tabelle per incolonnare

L’intervento sarà articolato in un colloquio preliminare con i genitori in assenza del bambino, durante il quale saranno raccolte le informazioni iniziali; saranno chiariti gli obiettivi e le modalità di svolgimento. Al termine del percorso sarà fissato un incontro di restituzione ai genitori durante il quale saranno condivise le strategie individuate da utilizzare durante lo svolgimento dei compiti.

Riferimenti

Tesi master “Metodologie didattiche per l’integrazione degli alunni con Disturbi Specifici di apprendimento (DSA)” Difficoltà e disturbi in matematica e l’educatore: progettazione di un intervento educativo in età scolare dott.ssa Roberta Cannellotto

AA. VV Discalculia e altre difficoltà in aritmetica a scuola. Strategie efficaci per gli insegnanti Le guide Trento, Centro studi Erickson
Bettelheim, B. (1987). Un genitore quasi perfetto. Milano, Giangiacomo Feltrinelli Editore.

Boffo, V. (2011). Relazioni educative: tra comunicazione e cura: autori e testi. Apogeo.

Calvani, A.; (2009) Teorie dell’istruzione e carico cognitivo: modelli per una scuola efficace. Trento, Erickson

Cornoldi, C. (1999). La difficoltà d’apprendimento a scuola. Bologna, Il mulino

D’Amore, B., & Pinilla, M. I. F. (2015). Matematica: come farla amare: Miti, illusioni, sogni e realtà. Giunti Scuola.

De Beni, Carretti, Moè, Pazzaglia. (2008)  Psicologia della personalità e delle differenze individuali Bologna Il Mulino

De Beni, R.; Moè, A. (2000). Motivazione e apprendimento. Bologna, Il Mulino.

Fogarolo, F.; Tressoldi, P. (2011) “Quando è opportuno proporre agli alunni con DSA l’uso di tecnologie compensative?” in Difficoltà di Apprendimento, Vol. 17, n. 2, dicembre, Trento, Erickson

Fogarolo, F., & Scapin, C. (2010). Competenze compensative: tecnologie e strategie per l’autonomia scolastica degli alunni con dislessia e altri DSA. Edizioni Erickson.

Giannetti, E.; Raffagnino, R.; Taddei, S.  (2008). Strumenti psicologici per gli operatori della salute. Firenze: Le Lettere 

Gouthier, D. (2009). Immagini della Matematica. Matematica per immagini. Pratiche matematiche e didattiche in aula, Atti del Convegno Castel San Pietro Terme, 6-7.

Moè, A., & De Beni, R. (2002). Stile attributivo, motivazione ad apprendere ed atteggiamento strategico. Una rassegna. Psicologia clinica dello sviluppo6(1), 5-36.

Pinilla, M. I. F. Educare alla competenza matematica. Alcuni spunti di riflessione sulla didattica della sulla didattica della sulla didattica della sulla didattica della matematica.in D’Amore B., Fandiño Pinilla M.I., Sbaragli S. (2007). Alcuni spunti di riflessione sulla didattica della matematica. (Articoli scelti). Bologna: Assessorato Istruzione, Formazione Lavoro.

Tomasetto, C., Galdi, S., & Cadinu, M. (2012). Quando l’implicito precede l’esplicito: gli stereotipi di genere sulla matematica in bambine e bambini di 6 anni. Psicologia sociale, 7, 169-185.

Tomasetto, B. M., Cadinu, M., Gastaldi, G. M., & Sclavo, E. Sessione tematica G “Attribuzione e motivazione nei contesti educativi”. In XXIV CONGRESSO NAZIONALE ASSOCIAZIONE ITALIANA DI PSICOLOGIA Sezione di Psicologia dello Sviluppo e dell‟ Educazione 

Tombolini, L., & Liotti, G. (2005). Archetipi e sistemi motivazionali: spunti per un confronto fra psicologia analitica e psicologia cognitivo evoluzionista. Studi Junghiani.

Tressoldi, P. E., and C. Vio. (2008) E’ proprio così difficile distinguere difficoltà da disturbo di apprendimento?  in Dislessia vol 5, 2 maggio 2008

Vianello, R. (2012). Potenziali di sviluppo e di apprendimento nelle disabilità intellettive. Indicazioni per gli interventi educativi e didattici. Trento,Edizioni Erickson.

Leggiamo con Google Lens


Ho già parlato velocemente delle funzioni di traduzione dell’app in questo spazio: Strategiedimamma, di seguito pubblico un video e la descrizione passo-passo per utilizzare l’app per la lettura.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

La lettura e l’elaborazione di un testo con Google Lens è molto semplice, può rappresentare un valido aiuto per superare le difficoltà di lettura.

Google Lens può interfacciarsi con la barra di ricerca di Google, con Google Foto e, in alcuni smartphone, con l’app della fotocamera. Tutto quello che dobbiamo fare per attivarne le funzionalità è cercare la sua icona. A seconda dello smartphone potrebbero presentarsi alcune variazioni, lo smartphone in mio possesso ha il sistema operativo Android 11

Eccola integrata con la fotocamera, dopo aver aperto l’app per fotografare il testo, cercare l’icona (può essere posizionata in alto, in basso, a destra, a sinistra…)

in seguito cliccare su “testo”

Descrizione passopasso

Apriamo Google Lens cliccando sull’icona nello smartphone (o facciamo una foto con l’App fotocamera):

Clicchiamo su “Cerca con la tua fotocamera”

Inquadriamo il testo da leggere e scegliamo “Testo” nella barra in basso:

Scattiamo la foto del testo cliccando sull’icona che vedete di seguito

ecco lo screenshot completo dello smartphone:

Il testo fotografato sarà ora utilizzabile per la lettura o per l’elaborazione

Cliccare su “ascolta” per ascoltare il testo

Sono una “Youtuber”

Ho un canale Youtube dal 2010, l’ho utilizzato per inserire i video tutorial per l’uso dei software compensativi, quando ancora di video ce n’erano pochi. Ora ce ne sono tantissimi, talmente ben fatti da sembrare professionali. I miei sono per lo più “muti”: li utilizzo nelle presentazioni o per rispondere a richieste specifiche.

Il video seguente mostra come utilizzare Leggixme per la traduzione “al volo”: dopo aver avviato Leggixme, si seleziona la lingua e si procede alla traduzione del testo selezionato. La sintesi vocale legge direttamente la traduzione in lingua italiana.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Il progetto 4Study

Software di apprendimento – addestramento alla comprensione da ascolto, al riassunto e alla creazione di mappe.

Il software è stato pensato per l’uso in classe con i bambini dalla IV primaria alla III secondaria di primo grado. Esso guida i bambini nell’acquisizione delle diverse abilità.

Nel corso del 2017 e del 2018 ho avuto il piacere di partecipare alla sperimentazione del progetto 4Study, creato dal prof. Giuliano Serena (ideatore di Leggixme) e dal dott. Filippo Barbera.

Il software 4S contiene una versione semplificata di Leggixme e un percorso di apprendimento e addestramento.

La novità del 4s è il percorso di apprendimento/addestramento accessibile cliccando sul pulsante “E”

Può essere utilizzato in modalità libera o come utente registrato. Per accedere a questa modalità, che consente di monitorare i progressi dei ragazzi, è necessario scrivere agli ideatori del progetto come indicato nella pagina principale del progetto https://sites.google.com/site/project4study/home

Sono previste 6 sezioni ciascuna composta da 20 esercizi.

Tutte le istruzioni sono presenti nel manuale pubblicato in questa pagina.

Corsivo in gioco -Attività personalizzata

Gioco in corsivo

I punti fondamentali del percorso

Il percorso presenta le strategie, le tecniche e i metodi ritenuti più funzionali dalla ricerca pedagogica sviluppatasi negli anni.

  • L’impugnatura della matita
  • Il gesto grafico
  • La gestione dello spazio
  • Le lettere che si confondono
  • I giochi che aiutano a scrivere meglio

Materiale didattico

Il materiale didattico sarà personalizzato in base all’osservazione delle esigenze del bambino. Saranno proposti giochi motori, giochi con il tablet e schede cartacee.

Farina e nuove tecnologie

Tracciare le lettere in corsivo con la guida di un APP nel tablet può essere divertente ma altrettanto divertente sarà utilizzare la farina per riprodurre quanto imparato. Alla fine, le letterine saranno tracciate sul foglio con la matita.

per informazioni scrivere a info@apprendiamo.com

Apprendiamo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Maggiori info alla pagina Privacy policy

Chiudi